NABA, come il Bauhaus. Solo meglio.

foto di Lorenzo t. Pentassuglia

Ieri vi abbiamo parlato del NABA, scuola di design, con sede a Milano, che si occupa dell’allestimento della manifestazione. Oggi siamo andati a conoscere questo gruppo un po’ meglio.
Cinque studenti più tre tutor, Serena Schimd, Attanasio Mazzone e Michele Aquila, si occupano sia della parte creativa che dell’esecuzione effettiva delle mostre: il NABA ha infatti come primo intento l’approccio pratico alla progettazione, lasciando che la parte ideativa ne sia direttamente subordinata.
Le loro work-experience sono dei momenti di partecipazione a strettissimo contatto con l’opera, in cui devono tener conto di aspetti solitamente trascurati dagli studenti, quali materiali disponibili e risorse economiche.
Non a caso la loro recente partecipazione al concorso “Un designer per le imprese”, momento di cooperazione fra diverse scuole di design e imprese disposte ad investire sui giovani, ha premiato ben 10 progetti finalisti su 15.
L’allestimento che hanno realizzato all’interno del Salone degli Incanti, rispecchia il loro atteggiamento pratico: le mostre, suddivise secondo linee non percepibili ad uno primo sguardo, in realtà nascono da delle condizioni basilari.
Innanzitutto il poco tempo a disposizione ha portato necessariamente all’idea di un’esposizione orizzontale, ma, allo stesso tempo, questo ha permesso una circolazione totalmente libera. Inoltre, i pannelli che compongono i vari tavoli, provenienti da altre esposizioni della Tosetto Allestimenti e dipinti da studenti della scuola edile Edilmaster, hanno permesso costi contenuti . Infine, in un contesto in cui la dipendenza informatica è sempre più presente, il piegarsi su un tavolo per osservare meglio un disegno esprime una volontà molto precisa: ricordare un tempo in cui ciò era un gesto assolutamente normale.
Lorenzo
Questa voce è stata pubblicata in eventi, Salone degli incanti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a NABA, come il Bauhaus. Solo meglio.

  1. Pingback: Collecting Storytelling

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...