Onna progetto pilota

Lunedì 2 agosto / ore 21:00 / Salone degli incanti-Ex Pescheria / Onna Progetto Pilota
Onna ha condotto, dietro il terrapieno della linea ferroviaria, una vita nascosta. Il fatto che la notte del terremoto le ambulanze non abbiano trovato la strada per giungere a prestare i primi soccorsi e che gli abitanti dovessero correre lungo la strada statale per richiamare la loro attenzione, dimostra in maniera chiara tale isolamento.
Ciò ha contribuito al mantenimento inalterato, per lungo tempo fino al giorno della distruzione, dell’immagine rurale del paese. Tuttavia le facciate degli edifici e alcune modifiche attuate nelle aree vicine già annunciavano la trasformazione strutturale in atto. L’improvvisa distruzione ha così reso evidente la lenta cancellazione dei caratteri locali, a cui si sarebbe inesorabilmente giunti, anche se lentamente nel tempo e senza riscontrare opposizioni.
Alla richiesta di un futuro certo e concreto per Onna, il Masterplan deve pertanto rispondere attraverso la conservazione dell’identità autentica del paese, consolidando il legame tra abitante e luogo, in modo da assicurare la propria sopravvivenza.
Relatori:
Barbara Fornasir (Istituto Nazionale Bioarchitettura)
Wittfrida Mitterer (Coordinatrice per la ricostruzione di Onna, AQ)
Andrea Sandri
Durante la serata verrà illustrato il Masterplan per la ricostruzione, sostenibile e partecipata, dell’abitato storico di Onna, il paese alla periferia de L’Aquila quasi interamente distrutto nel sisma dell’aprile 2009.
Lorenzo
Questa voce è stata pubblicata in eventi, News, Salone degli incanti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...